Connect with us

Tempi Nuovi

Papa Francesco a Napoli: una missiva che spinge al rinnovamento

Vita Ecclesiale

Papa Francesco a Napoli: una missiva che spinge al rinnovamento

Parte da un gruppo di studenti laici della sezione San Luigi della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale di Napoli la voglia di rinnovamento della Teologia. Hanno il coraggio di sognare così come Papa Francesco e hanno deciso di farlo sapere al Santo Padre attraverso una lettera a lui indirizzata. Un documento, breve ma essenziale, frutto di mesi di lavoro di venticinque studenti coadiuvati da due docenti di Storia della Chiesa dell’ateneo pontificio. Fra i redattori della lettera anche due studentesse della diocesi di Benevento: Lella Preziosi di San Giorgio del Sannio e Barbara Gentile di Benevento, entrambe al V anno Baccalaureato.

È alle porte un convegno teologico di caratura mondiale che si svolgerà, il 20 e 21 giugno a Napoli, alla Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, sez. S. Luigi, sulla suggestiva collina di Posillipo. “La Teologia dopo Veritatis gaudium nel contesto del Mediterraneo” è solo l’ultima delle tante iniziative promosse dall’ateneo gesuita per contestualizzare una teologia che non si cristallizzi al solo livello accademico, ma diventi impegno concreto, teologia incarnata, da vivere appieno nella cornice del mare nostrum, crocevia di popoli, culture, religioni, incontri, scontri.

Ad attirare, però, l’attenzione accademica e mediatica è stato sicuramente l’annuncio, dato a febbraio dal Decano della Facoltà padre Pino Di Luccio, della partecipazione del Santo Padre Francesco alla seconda e conclusiva giornata del convegno: un evento unico per un Sommo Pontefice, chiamato a chiudere la sessione di lavori riguardanti proprio un suo documento magisteriale.

Nell’entusiasmo generale, stimolati da un sincero e comune afflato per la ricerca teologica, è stata accolta e concretizzata dagli studenti laici (poco più di una ventina in tutto, per la maggior parte donne) della stessa facoltà l’idea di due docenti di Storia della Chiesa, la professoressa Anna Carfora e il professore Sergio Tanzarella, di organizzare un tavolo di lavoro, sollecitati, in particolar modo, dall’approfondimento del Proemio della Veritatis gaudium.

Gli spunti per il dibattito sono stati vari e hanno talmente appassionato gli studenti da essere condensati nella stesura di una lettera, indirizzata proprio al Santo Padre, dal titolo tagliente e provocatorio “Prima che gridino le pietre” in cui, seppur brevemente, sono esposti temi caldi che dovrebbero permeare l’attualità ecclesiale ad intra.

Si procede con ordine: partendo da un’analisi lucida, seppur fugace, del contesto in cui il cristiano è chiamato a testimoniare la sua fede, si procede ad analizzare il ruolo precipuo dei laici e la necessità di ampliare una definizione tuttora carente che non delinea appieno il suo identikit all’interno della variegata compagine ecclesiale. Il paragrafo successivo, molto caro ai redattori, viene dedicato al ruolo della donna in quanto fedele cristiana laica, denunciando l’antifemminismo clericale, recuperando “il riconoscimento di una dignità creaturale che proviene dalle Scritture”, e riconoscendone, in ambito teologico, il valido supporto intellettuale. Viene affrontato poi l’argomento originario, ovvero quello inerente le facoltà teologiche: lo studio scientifico e accademico del messaggio cristiano deve essere aperto a chiunque desideri intraprendere questo cammino, una strada “ampliata a chiunque desideri calpestarla a piedi nudi, anche una donna, costituendo idealmente una via unitatis del genere umano, un vero equalizzatore”, che possa dare anche proficui sbocchi lavorativi, come viene auspicato nel paragrafo susseguente, proponendo praticamente l’istituzione di un master o dipartimento per una Politica Internazionale Integrata, con la collaborazione di università estere.

Il saluto conclusivo di questi giovani teologi esprime due desideri: mantenere nel tempo una corrispondenza diretta con il Santo Padre e ricevere, all’interno del convegno, un suo saluto speciale, affinché non dimentichi che troverà sempre nei laici della facoltà “una porta di speranza e delle pietre vive!”.

Lella Preziosi

sito promosso dall'Ufficio Comunicazioni Sociali dell'Arcidiocesi di Benevento per favorire il dialogo e il confronto tra componenti sociali e realtà ecclesiali presenti sul territorio, per far emergere notizie buone e vere che contribuiscano all'edificazione del Regno di Dio.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Vita Ecclesiale

Popolari

Testimoni

Testimoni…

Beneventana

Sorridi di più

Vita Ecclesiale

Al via TuttixTutti

Tags

Rubriche

Beneventana

Festa di Sant’Anna a Benevento

Da 13 Luglio 2019

Film

“Blue my mind”

Da 3 Luglio 2019

Vita Ecclesiale

“Il Welcome Sociale Food”

Da 1 Luglio 2019

Tammaro

Assemblea pastorale zona Tammaro

Da 14 Giugno 2019

Società

Sguardo rivolto ai giovani

Da 5 Giugno 2019

Testimoni

Testimoni…

Da 3 Giugno 2019

Letture

YOUCAT for Kids

Da 29 Maggio 2019

Comunicazione

“Benevento la tua città”

Da 22 Maggio 2019

Testimoni

Parole e profumi

Da 17 Maggio 2019

Memoria

“Laus Musicae” a Benevento

Da 15 Maggio 2019

Mondo Cattolico

Turismo religioso Pietrelcina – Assisi

Da 15 Maggio 2019

Europa

L’Europa di ieri e di oggi

Da 16 Aprile 2019

Comunicazione

Ecco il giornalino dell’Anspi

Da 3 Aprile 2019

Europa

L’Europa di ieri e di oggi

Da 1 Aprile 2019

Beneventana

Sorridi di più

Da 27 Marzo 2019

Europa

Perché l’Unione Europea

Da 18 Marzo 2019

Vita Ecclesiale

Speciale Messa delle Ceneri

Da 8 Marzo 2019

Vita Ecclesiale

Al via TuttixTutti

Da 23 Febbraio 2019

Vita Ecclesiale

Catechesi sul “Padre nostro” del Pontefice

Da 16 Febbraio 2019

Comunicazione

Perché ancora “Tempi Nuovi”

Da 24 Gennaio 2019

Mondo Cattolico

Naufragi nel Mediterraneo

Da 23 Gennaio 2019

Comunicazione

Presto in onda la nuova Tele Speranza

Da 23 Gennaio 2019
Vai Su