Connect with us

Tempi Nuovi

Perché l’Unione Europea

Europa

Perché l’Unione Europea

Rubrica a cura dell’on. Roberto Costanzo.    Tra il 23 e 26 maggio 2019 circa 400 milioni di Europei…                      

Tra il 23 e il 26 maggio 2019 circa 400 milioni di Europei si recheranno alle urne per eleggere i loro rappresentanti a Strasburgo, nel Parlamento Europeo. Abbiamo chiesto a Roberto Costanzo un contributo in vista di questo importante appuntamento, tenuto conto che egli venne  eletto deputato alle elezioni europee del 1979, venne poi riconfermato nel 1984, per le liste della DC. Fu presidente della Delegazione per le relazioni Europa-Canada e vicepresidente della Commissione per la politica regionale e l’assetto territoriale, presidente degli europarlamentari della DC.

Intanto ringrazio don Maurizio ed i suoi partners di avermi chiamato ad offrire a “Tempi Nuovi” qualche mia riflessione politica in vista delle prossime elezioni del Parlamento Europeo.

Lo faccio con estremo piacere anche perché mi consente di ricordare, senza enfasi, il grande ruolo svolto dal pensiero cristiano e da personalità cattoliche nella costruzione europea.

Vorrei subito sottolineare l’errore commesso dalla maggioranza delle forze politiche europee e dai governi degli Stati membri quando hanno impedito che nella proposta di Costituzione europea fossero riconosciute le radici giudaico-cristiane della civiltà e della cultura in Europa. Ma credo che nei prossimi articoli ci soffermeremo sulla specifica tematica del “contributo dei cattolici alla formazione di una coscienza comunitaria europea”. Cominciamo con la prima domanda: “perchè l’unione europea”. Perché è da oltre duemila anni che si tenta di unificare sul piano politico e istituzionale il vecchio continente. Iniziò Giulio Cesare estendendo l’impero romano fino all’attuale Gran Bretagna e fu il tentativo più ampio di aggregazione europea.

Nel millennio successivo ci provò Carlo Magno con il suo Sacro Romano Impero. Nel diciannovesimo secolo ci tentò Napoleone e nel secolo scorso vi fu il tragico esperimento di Hitler. Tutti tentativi di annessione, ma non di unione, e tutti eseguiti con sanguinose guerre.

L’unico esempio di integrazione pacifica e democratica è stato quello della costruzione dell’unione europea dell’ultimo dopoguerra. E ciò avvenne ad iniziativa di personalità di fede religiosa e convinzione politica cristiana: il francese Robert Schuman, l’italiano Alcide De Gasperi ed il tedesco Konrad Adenauer.

La ragione principale fu quella di cancellare le cause che avevano determinato per la terza volta in meno di cento anni una disastrosa guerra tra i massimi Paesi europei, e quindi di creare fra loro le basi economiche, oltre che politiche per, una convivenza pacifica ed integrata, fondata su comuni istituzioni.

Nascono così le prime istituzioni comunitarie, la CECA (Comunità Europea Carbone e Acciaio) nel 1951 con il Trattato di Parigi e la CEE (Comunità Economica Europea) nel 1957 con il trattato di Roma.

Le ragioni principali sono la pace in Europa e il comune sviluppo economico- sociale dei popoli europei.

Mi piace chiudere questo mio primo intervento sulla unione europea con i realistici detti dei tre padri fondatori.

Schuman: “L’Europa non si farà in un giorno né senza scontri. Niente di durevole si compie con facilità. Tuttavia essa è già in marcia…”

De Gasperi: “Vi è chi si preoccupa di una certa lentezza, di una eccessiva gradualità nel cammino verso l’integrazione economica e l’unificazione politica dell’Europa. Una ragionevole gradualità deve essere invece un motivo non di sfiducia ma di affidamento”.

Adenauer: “Abbiamo dovuto fare l’esperienza di come un nazionalismo esaltato ha portato l’Europa sull’orlo dell’abisso.”

Negli articoli successivi tenterò di rispondere alle altre domande della redazione.

15/03/2019                                                                                       Roberto Costanzo

sito promosso dall'Ufficio Comunicazioni Sociali dell'Arcidiocesi di Benevento per favorire il dialogo e il confronto tra componenti sociali e realtà ecclesiali presenti sul territorio, per far emergere notizie buone e vere che contribuiscano all'edificazione del Regno di Dio.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Europa

Popolari

Testimoni

Testimoni…

Beneventana

Sorridi di più

Vita Ecclesiale

Al via TuttixTutti

Tags

Rubriche

Testimoni

Ansia di Infinito

Da 30 Luglio 2019

Film

“Trono di spade”

Da 22 Luglio 2019

Beneventana

Festa di Sant’Anna a Benevento

Da 13 Luglio 2019

Film

“Blue my mind”

Da 3 Luglio 2019

Vita Ecclesiale

“Il Welcome Sociale Food”

Da 1 Luglio 2019

Tammaro

Assemblea pastorale zona Tammaro

Da 14 Giugno 2019

Società

Sguardo rivolto ai giovani

Da 5 Giugno 2019

Testimoni

Testimoni…

Da 3 Giugno 2019

Letture

YOUCAT for Kids

Da 29 Maggio 2019

Comunicazione

“Benevento la tua città”

Da 22 Maggio 2019

Testimoni

Parole e profumi

Da 17 Maggio 2019

Memoria

“Laus Musicae” a Benevento

Da 15 Maggio 2019

Mondo Cattolico

Turismo religioso Pietrelcina – Assisi

Da 15 Maggio 2019

Europa

L’Europa di ieri e di oggi

Da 16 Aprile 2019

Comunicazione

Ecco il giornalino dell’Anspi

Da 3 Aprile 2019

Europa

L’Europa di ieri e di oggi

Da 1 Aprile 2019

Beneventana

Sorridi di più

Da 27 Marzo 2019

Europa

Perché l’Unione Europea

Da 18 Marzo 2019

Vita Ecclesiale

Speciale Messa delle Ceneri

Da 8 Marzo 2019

Vita Ecclesiale

Al via TuttixTutti

Da 23 Febbraio 2019

Vita Ecclesiale

Catechesi sul “Padre nostro” del Pontefice

Da 16 Febbraio 2019

Comunicazione

Perché ancora “Tempi Nuovi”

Da 24 Gennaio 2019

Mondo Cattolico

Naufragi nel Mediterraneo

Da 23 Gennaio 2019

Comunicazione

Presto in onda la nuova Tele Speranza

Da 23 Gennaio 2019
Vai Su